“A Scuola di Cittadinanza”. Laboratorio formativo per giovani promosso dall’Agenzia giornalistica Corsivo 2.0 e dall’Arca – centro di iniziativa democratica

Il resoconto dei primi tre incontri a cura di Davide Addante ( studente della Facoltà di economia presso l’Università di Bari).

“Abbiamo sempre creduto nella formazione sul campo ma allo stesso tempo siamo consapevoli che senza temi e senza guide oggi non si va da nessuna parte.

Nasce proprio da questo princìpio l’idea della nostra scuola di formazione politica, una scuola leggera ma denso di contenuti, senza sermoni nè prediche, ma basata sul dialogo e sul dibattito.

Non lo diciamo per retorica o per esaltazione ma abbiamo provato a mettere in pratica quello che la società chiede a noi giovani: INFORMAZIONE e COMPETENZA.

Abbiamo discusso di vari temi in modo molto ampio e approfondito, interagendo con personalità che ci hanno permesso di allargare i nostri orizzonti.

Non possiamo a proposito di questo non citare lo splendido intervento di Dino Amenduni, dell’agenzia di comunicazione Proforma, quando mostrandoci alcuni dati statistici, ci ha spiegato che nell’immaginario collettivo “il passante” è ritenuto più credibile di un politico.

Con l’aiuto del professor Triggiani e dell’avvocato Dario Belluccio abbiamo affrontato i delicati temi dell’Europa e dell’immigrazione. Qui lo spessore degli ospiti ha dato lustro e originalità all’incontro. Ci hanno insegnato che oltre ad essere maestri di diritto nella vita bisogna avere un’etica e una morale che vada ben oltre i trattati e i protocolli internazionali.

Con l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Bari Giuseppe Galasso abbiamo parlato, invece, di governante della città, sviscerando i mille progetti e cantieri in opera per la nostra amata terra. Oltre a porre all’assessore tante domande e riflessioni ci siamo anche confrontati con lui sul lato umano della vita da assessore. Proprio in questa fase abbiamo toccato con mano le difficoltà di conciliare una responsabilità h 24 con le necessità familiari e personali.

Siamo orgogliosi di aver condiviso temi di così importante caratura con tanti altri giovani, cercando di trasferire la grande passione che stiamo coltivando per la politica, orientata sempre al bene comune.

Madre Teresa di Calcutta diceva: “sappiamo bene che quello che facciamo è solo la goccia nell’Oceano, ma se questa goccia non ci fosse all’Oceano mancherebbe.”

Ci sentiamo un po’ come quella goccia, tanto piccoli quanto indispensabili.

Quando l’amicizia si unisce alla passione credo si imbocchi la strada giusta, proprio per questo vorrei ringraziare i miei compagni di viaggio Giuseppe Rella, Gianluca Sisto, Flavio Carella, Luca Calabrese, Alessandro Montecalvo e Francesco Di Carne ai quali auguro di essere sempre il sale della terra”.