Dopo due anni un amico del Corsivo ritorna al Comune di Bari

comuneLo scorso 29 aprile 2016 è stato il giorno del rientro. Dopo le dimissioni dell’amico Marco Lacarra, da quasi un anno consigliere regionale e recentemente acclamato segretario del PD regionale, sono ritornato in consiglio comunale.

Come ho già avuto modo di dichiarare nell’aula “Dalfino”, nel periodo di “forzato” distacco dall’istituzione comunale, oltre a godere di una necessaria disintossicazione dalla politica, ho potuto constatare l’enorme frattura che purtroppo ancora esiste tra il palazzo e la gente.

I gravi problemi, che attualmente attanagliano i cittadini, non sempre sono percepiti dai politici per quello che realmente sono. Spesso si antepongono le battaglie di parte, i tecnicismi, le piccole rivendicazioni personali, alla politica vera, quella improntata al raggiungimento del bene comune.

Ecco perché, questi prossimi tre anni di amministrazione comunale saranno da me vissuti con grande impegno e passione, cercando come sempre di mettere in campo l’enorme bagaglio di conoscenze ed esperienze personali, derivanti anche e soprattutto dalle relazioni con gli amici di Corsivo.

A tale proposito, motivo di grande soddisfazione è stata la mia elezione, da parte dei miei colleghi consiglieri, alla carica di presidente della Commissione consiliare per il Decentramento amministrativo.

Non vi nascondo che per me è un grande onore impegnarmi su un tema così strategico per la nostra città, che da sempre ha visto il Corsivo in prima linea nel dibattito politico. Il Decentramento, per ciò che rappresenta in termini di sussidiarietà, prossimità e partecipazione, è il tema cardine di una politica che vuole stare dalla parte dei cittadini, soprattutto di quelli più deboli e in difficoltà.

Il Decentramento è stato, soprattutto, il terreno su cui ha sempre combattuto le sue battaglie politiche l’indimenticabile amico Stefano Bianco. E’ stato, per Stefano e gli amici di Corsivo, il luogo del confronto e della condivisione, dell’impegno per l’emancipazione della persona.

Ecco, il mio ultimo pensiero è per Stefano. A lui dedico questi prossimi anni di impegno nelle istituzioni.

di Giuseppe Muolo