I fossati a chi e a cosa servono?

È arrivato il momento di voltare pagina

La velocità dei cambiamenti sociali, politici ed economici in corso, in particolare nel nostro mondo occidentale, sono di una tale portata da rendere inevitabile un forte contraccolpo sulle persone, che vedono continuamente messe in discussione le sicurezze e le convinzioni su cui basano la propria vita.

Entrambe le manifestazioni di piazza sul ddl Cirinnà “unioni civili” se, mal interpretate e strumentalizzate, scavano ulteriormente i fossati già esistenti. Non sappiamo bene a quale “mercato” servano di più!

“Dialogare non è negoziare (…), ma è cercare il bene comune per tutti. (…) Nel dialogo si dà il conflitto: è logico e prevedibile che sia così. E non dobbiamo temerlo né ignorarlo ma accettarlo”. E più oltre: “Il modo migliore per dialogare non è quello di parlare e discutere, ma quello di fare qualcosa insieme, di costruire insieme, di fare progetti: non da soli, tra cattolici, ma insieme a tutti coloro che hanno buona volontà” (Papa Francesco).