Lettera Enciclica “Laudato si” del Santo Padre Francesco sulla cura della casa comune del 18 Giugno 2015

L’Enciclica di Papa Francesco “Laudato sì” ha come destinatari tutti gli uomini e interpella i politici che hanno più di altri il potere di incidere sullo stato della casa comune con le proprie decisioni e/o omissioni.

Si inizia con un attento e approfondito esame della situazione in cui versa attualmente la casa comune, in particolare con riferimento all’inquinamento, alla perdita della biodiversità, alle disuguaglianze che incidono negativamente sulla qualità della vita.

Si individuano, poi, alcune linee di orientamento e di azione per politiche internazionali, nazionali e locali che, attraverso il dialogo e la trasparenza nei processi decisionali, promuovano un diverso stile di vita, conseguenza di una alleanza tra uomini e ambiente.

Molto importanti sono le attività di associazioni e gruppi di cittadini affinché dalla politica siano adottati normative, procedure e controlli rigorosi in tema di risparmio energetico, di inquinamento, di smaltimento dei rifiuti, di riciclaggio, di agricoltura diversificata…

Ce n’è a sufficienza per una radicale conversione di vita da parte di tutti a cominciare, magari, da chi si occupa di politica.